by
20 ottobre 2012
tags: ,

Un'occasione per conoscere la figura del beato Torello da Poppi

Il prossimo venerdì 26 ottobre, alle ore 17:00, a Casa Thevenin sarà presentato il libro di Francesco Pasetto “La Badia di San Fedele e il beato Torello da Poppi. Storie di santità, di superstizione e di magia”.
Nel libro, partendo dall’antica Abbazia di San Fedele fondata dai monaci Vallombrosani nel XII secolo, l’autore descrive la storia degli ordini religiosi che hanno fondato, in Casentino e non solo, eremi, Monasteri ed Abbazie (basti pensare a Camaldoli, La Verna e Vallombrosa), come centri di vita culturale, economica, sociale e religiosa.
Uomini, quindi, con vaste proprietà e con un grande potere, alla cui ricchezza viene contrapposta la storia del beato Torello da Poppi, un eremita, che visse tra il 1202 e il 1282. Questo “povero cristiano” seguì l’esempio di San Francesco e, rifiutata ogni ricchezza terrena, scelse la vita eremitica.
La storia dell’eremita Torello si confronta con la storia dei potenti ordini monastici della valle e con la storia del potere temporale, rappresentato dai Guidi, la grande famiglia comitale che ha spadroneggiato per secoli nella vallata del Casentino. Un affresco storico suggestivo ed una storia esemplare che fanno riflettere anche l’uomo di oggi.
Da una parte il potere, rappresentato dalla chiesa e dai Guidi, dall’altra la povertà assoluta, il rifiuto della proprietà, dei beni materiali, della sicurezza. La grande Abbazia di San Fedele e l’imponente castello dei Guidi contrapposti alla piccola e misera capanna di Avellaneto, dove Torello fondò il suo eremo.
Eppure questo piccolo uomo, che viveva negli stenti, diventa un gigante, capace di trasmettere una fortissima protesta non con le parole, ma con l’esempio, con la sua stessa vita. Diventa un eroe che combatte, senza armi e con la mitezza più assoluta, l’invincibile potere che vuole condizionarlo.
Il messaggio è chiaro e tocca anche le nostre coscienze di uomini moderni: è possibile armonizzare queste due realtà, creare una sintesi, capire? L’autore da la sua risposta in questo libro, denso di storia, di cultura e di autentica tensione etica e morale.

Commenti dei lettori

Lascia il tuo commento:

Sii educato ed in tema. Mostra chi sei con un Gravatar (vai qui per sapere di cosa si tratta). È richiesta la tua email, ma non sarà mostrata a nessuno.



  

Per inviare devi cliccare "anteprima" (per rivedere il tuo messaggio ed eventuali errori) e poi "invia".